BIOGRAFIA

Carlo D’Orta (Firenze, 1955) vive e lavora a Roma.

 

 

 

Viaggiatore e fotografo da oltre 40 anni, negli anni 2003-2012 frequenta corsi avanzati di pittura nell’ambito della Rome University of Fine Arts (RUFA) e un master in fotografia all’Istituto Europeo di Design (IED) di Milano. La sua visione fotografica subisce una completa trasformazione. Abbandona l’approccio documentario e cerca scatti tendenti verso l’astrazione, o venati da una visione metafisico/surrealista. La sensibilità cromatica maturata anche durante il percorso formativo dà alle sue fotografie una forte caratterizzazione pittorica, frutto talvolta anche di limitati interventi in post-produzione su luci e colori.

Privilegia l’architettura, concentrandosi ora sulla de-contestualizzazione dei particolari ora sulle deformazioni prodotte dai riflessi di vetrate e cristalli, e il paesaggio, ma dedica ricerche specifiche anche alla danza e al ritratto.

All’architettura dedica dapprima le serie “Berlino: il Bianco, il Grigio, la Luce” e “Vibrazioni”, ispirate al “mondo parallelo” di riflessi prodotti dalle vetrate delle architetture contemporanee. Qui appare evidente l’influsso della visione artistica del Futurismo.

Berlino BGL 40, 2011 Berlino BGL 9, 2011
Vibrazione FA 11, 2014
cm 230x150, stampa UV su plexiglass
(collezione Banca d’Italia, Foyer del Centro Congressi a via Nazionale, Roma)
Vibrazione FB22 e Vibrazione FM 36
cm 160x123 ciascuna, stampa UV su vinile
(collezione Autorità Garante delle Comunicazioni)
Vibrazione FR 8, 2011
cm 150x100, stampa Diasec
(collezione Istituto Italiano di Cultura a New York, Usa)

La stessa visione futurista del movimento degli oggetti è presente anche nella serie di paesaggi intitolata “Traslazioni”.

Traslazione Kenya 1, 2013 Traslazione Kenya 14, 2013

E’ invece il surrealismo di Gaudì, Chagal, Magritte e altri la fonte di ispirazione della diversa serie - anch’essa basata sulle deformazioni prodotte dai riflessi di superfici specchianti - intitolata “Paesaggi Surreali”. Alcune opere di questa serie arredano una delle suite e alcuni spazi comuni del The First Luxury Art Hotel di Roma e della Scuola Ufficiali Carabinieri.

Roma San Pietro 9, 2012
cm 100x70, stampa UV su plexiglass (serie Paesaggi Surreali)
(collezione The First Luxury Art Hotel Rome)
Roma Pantheon 4, 2012
(serie Paesaggi Surreali)
Facciata del Palazzo del Quirinale con silhouette di Carabiniere
serie Paesaggi Surreali, cm 100x96, stampa UV su plexiglass e dibond
(collezione Scuola Ufficiali Carabinieri)

Nel 2011 avvia le nuove serie di architettura “Biocities One” e “Biocities Two” (l’una con tonalità prevalente sul grigio, l’altra molto cromatica) e la serie di paesaggio “Geometrie Still Life”.

In queste nuove serie, tutt’ora in fase di evoluzione, l’approccio visivo è molto diverso dalle precedenti. Alla valorizzazione del movimento si sostituiscono l’attenzione per il rigore delle forme e la ricerca di una astrazione geometrica partendo dai particolari e dalla compressione delle prospettive. Qui appare forte la reminiscenza di cubismo, neoplasticismo, costruttivismo e dei movimenti color fields e arte concreta.

Berlino BGL 10, 2011
cm 150x100, stampa Diasec (serie Biocities One)
(collezione Architektenkammer Baden-Wurttemberg, Stoccarda, Germania)
Roma Eur 11, 2012
(serie Biocities One)
Londra 3, 2012
(serie Biocities Two)
Milano PortaNuova 13, 2015
(serie Biocities Two)

Parigi Defence 13, 2013
(serie Biocities Two)

Roma Tiburtina 7, 2012
(serie Biocities Two)
Valencia 7, 2015
(serie Biocities Two)
Eolie 1, 2014
(serie Geometrie Still Life)
Siracusa 3, 2014
(serie Geometrie Still Life)

Nel 2013 avvia inoltre la serie “(Re)FineArt”, improntata ad una visione metafisica delle architetture di grandi complessi industriali e il cui titolo è un intenzionale e provocatorio gioco di parole, che unisce il concetto di arte con quello di una delle produzioni più inquinanti qual è la raffinazione.

OMV 77, 2012
(serie Re-FineArt)
OMV 66, 2012
(serie Re-FineArt)

Dal 2013 la ricerca sull’architettura conosce ulteriori forti evoluzioni approdando alla serie intitolata “(S)Composizioni”.

Qui, sfruttando particolari prospettive di scatto e la compressione prospettica dello zoom, trasforma paesaggi di architettura contemporanea in geometrie astratte nelle quali profondità e tridimensionalità spesso svaniscono del tutto. Ma poi, usando i frammenti geometrici che compongono queste fotografie, realizza installazioni in plexiglass e sculture in vetro nelle quali recupera, ma reintepretandola, la tridimensionalità del luogo architettonico originario.

Dunque un percorso che parte dalla tridimensionalità architettonica per approdare alla bidimensionalità di una fotografia astratta geometrica, per tornare poi di nuovo alla tridimensionalità di installazioni e scultura formate dagli stessi elementi geometrici che componevano la fotografia.

(S)Composizione Londra 1, 2013
cm 220x150, stampa UV su plexiglass
(collezione 2.0 del Museo di AC Palazzo Collicola di Spoleto, PG)
(S)Composizione Parigi Defence 6, 2014

(S)Composizione Londra 39, 2015

(S)Composizione Londra 36, 2013

 

La serie (S)Composizioniha anche un doppio significato concettuale, in quanto metafora della capacità dell’uomo di modificare l’ambiente, ma anche della continua evoluzione della personalità di ciascuno di noi attraverso scomposizioni e ricomposizioni delle nostre emozioni ed esperienze. Si tratta dunque di un circuito concettuale nel quale emergono forse reminiscenze del cubismo e poi di artisti come Malevic, Mondrian, El Lissitsky, Rothko, Peter Halley, ma anche delle ricerche psichiatriche di Freud, Jung e altri.

Alla danza si avvicina in occasione della sua esperienza di componente, nel triennio 2012-2015, del Consiglio di Amministrazione dell’Accademia Nazionale di Danza. Nasce qui la serie fotografica “Liquidance”, ove pure l’attenzione è spesso rivolta a particolari decontestualizzati, ombre, vibrazioni del movimento.

Liquidance 9, 2013 Liquidance 77, 2015

Liquidance 78, 2015

Liquidance 90, 2015

Infine, la ricerca sul ritratto si è sviluppata, dal 2011, in parallelo ma non secondariamente alla attenzione per l’architettura. In alcune serie, anzi, ritratto e architettura si mescolano, così come permane la curiosità per le ambiguità e le complessità di significato che anche sul ritratto possono provocare i riflessi delle vetrate di palazzi contemporanei.

Altre serie di ritratti sono state dedicate a soggetti particolari come “I Mimi”, oppure sono state realizzate nell’ambito di iniziative sociali nei Paesi in via di Sviluppo della Ong Amref.

Vibrazione Australia 7, 2012
(serie Vibrazioni)

Vibrazione Colonia 6, 2012
(serie Vibrazioni)

Mimo Vienna 5, 2013
(serie I Mimi)

Mimo Roma 1, 2012

(serie I Mimi)

*****

Dal 2009 ha esposto i suoi lavori in numerose mostre personali presso gallerie private e istituzioni e gallerie pubbliche in Italia, Germania e altri paesi. Nel 2013 ha tenuto la sua prima mostra personale (Biologia dell’Inorganico) in un museo di arte contemporanea (Spoleto, PG, Italia). Nel 2015 l’Officina delle Zattere di Venezia ha ospitato, accanto al Padiglione del Guatemala alla Biennale d’Arte, la sua mostra personale Beyond the Lens, poi portata anche nel Tempio di Pomona a Salerno.

Ha vinto o è stato finalista/selezionato in numerosi premi nazionali e internazionali, tra cui Sony World Photography Award, Celeste Prize, Malamegi Vision Art Contest, Premio del Vetro Scuola Abate Zanetti di Murano (come foto-designer), Premio Enegan Art e altri. Sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche tra cui Museo di AC Palazzo Collicola (Spoleto), Centro Congressi della Banca d’Italia a Roma, Camera Deputati, Architektenkammer Baden-Wurttemberg, Istituto Italiano di Cultura e Consolato Generale d’Italia a New York, Scuola del Vetro Abate Zanetti di Murano, e altre.
Negli anni 2015 e 2016, inoltre, i suoi progetti “(S)Composizioni-Metafora della Vita”, “Vibrazioni” e “Liquidance” sono stati selezionati per entrare a far parte dell’Archivio del Fondo Malerba Fotografia, prestigiosa istituzione dedicata alla promozione della fotografia a livello nazionale e internazionale.

Sue interviste sono state pubblicate dalle riviste d’arte Artitude (2011), AdToday (2014), Aperitivo Illustrato (2015) e dalla rivista Freccia di Trenitalia (2016) e in diverse riviste online.


SELEZIONE PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI

2017
Singapore – Bruno Art Group Gallery – Vibrations – a cura di Motti Abramovitz e Sandra Bauser
Roma – Carlo D’Orta Art Studio – Astrattismi Paralleli 2.0 (insieme a Danilo Susi e con la partecipazione straordinaria dei gioielli e orologi d’arte di Gianluca Castaldi e Riccardo Zannetti) – a cura di Maria Italia Zacheo
Livorno - Sala degli Archi della Fortezza Nuova – Dimensioni Parallele: città, visioni, percorsi (insieme ad Andrea Ciresola e Diego Cicionesi) – organizzata dal Comune di Livorno e da TST Art Gallery – a cura di Alessandro Paron
Roma – Galleria Honos Art - Eur 1942 / Oggi – a cura di Giuseppe Prode e Juan Carlos Garcia
Milano – Milan Image Art (MIA) Fair, stand Honos Art – Vibrazioni Solo Show – a cura di Juan Carlos Garcia
Milano – Milan Image Art (MIA) Fair 2017, stand Alidem – serie Geometries Still Life – a cura di Alidem l’Arte della Fotografia
Singapore – National Museum – Italian Vibrations (insieme a Gianluca Castaldi e Vittorio Zannetti) – a cura di Juliana Benelli e Bruno Art Group Gallery e col patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura a Singapore

2016
Roma – FinecoBank di via Gallia – Biocities e Vibrazioni (ovvero innovazione, semplicità, trasparenza)
Rovereto (Trento) – Galleria PoliArt – Biocities – a cura di Leonardo Conti
Roma – Rome Art Week (24-29/10) – Open Studio
Milano - Milan Image Art (MIA) Fair 2016, Stand Romberg Arte Contemporanea - Biocities II, Traslazioni e Vibrazioni solo show – a cura di Italo Bergantini
Bologna – Arte Fiera 2016, Romberg Arte Contemporanea – Biocities Two e (S)Composizioni – a cura di Italo Bergantini e Gaia Conti

2015
Salerno – Tempio di Pomona – Beyond the Lens – a cura di Italo Bergantini e Gaia Conti
Venezia – Officina delle Zattere (Dorsoduro) – Beyond the Lens – a cura di Italo Bergantini e Gaia Conti
Roma – Galleria Spazio Nuovo – New Abstract – a cura di Guillaume Maitre e Paulo Perez
Milano – Milan Image Art (MIA) Fair 2015, Romberg Arte Contemporanea – Biocities II Solo Show – a cura di Italo Bergantini
Bologna – Arte Fiera 2015, Romberg Arte Contemporanea – Biocities II Solo Show – a cura di Italo Bergantini
Roma – Galleria Mucciaccia – Arte in circolo – a cura di Gianluca Marziani e Giulia Abate

2014
Milano – Milan Image Art (MIA) Fair 2014, Romberg Arte Contemporanea - Biocities Solo Show – a cura di Italo Bergantini

2013
Selva Gardena (BZ) – Spazio Comunale Ass. Tublà da Nives – Assoluto Visivo – a cura di valerio Dehò e Italo Bergantini
Roma – Studio Lattanzio Group, in coll. Romberg Arte Contemporanea – La Biologia dell’Inorganico – a cura di Italo Bergantini
Milano – MIA Fair 2013, Romberg Arte Contemporanea – “Biocities" Solo Show – a cura di I. Bergantini e Alessandro Trabucco
Spoleto – Museo di Arte Contemporanea Palazzo Collicola – La Biologia dell’Inorganico – a cura di Gianluca Marziani

2012
Roma – Studio Transit Architettura, in coll. con Romberg Arte Contemporanea – (Un)real city (con Claudio De Micheli) – a cura di Italo Bergantini e Alessandro Trabucco
Milano – MIA Fair 2012, Romberg Arte Contemporanea – Solo Show – a cura di Italo Bergantini e Valerio Dehò
Stoccarda (Germania) – F75 Gallery – Spiegelungen – a cura di Wilfried Dechau

2011
Berlino – Istituto Italiano di Cultura – Architektonische Rhythmen – a cura di Katharina Hausel
Colonia (Germania) – Istituto Italiano di Cultura – Architektonische Rhythmen – a cura di Ann-Katrin Gunzel
Milano – Spazio Oberdan (Galleria d’arte della Provincia) – Astrattismi Paralleli (con a Danilo Susi) – a cura di Valerio Dehò
Roma – Galleria Tondinelli – Ritmi Architettonici
Francoforte sul Meno (Germania) – Goethe Institut – Architektonische Rhythmen – a cura di Carola Peter
Roma – Rome University of Fine Arts (RUFA) – Astrattismi Paralleli (con Danilo Susi) – a cura di Loris Schermi e Genny Di Bert
Pescara – Aurum (Galleria d’arte del Comune) – Astrattismi Paralleli (con Danilo Susi) – a cura di Giovanni Benedicenti

2010
Stoccarda (Germania) – Architektenkammer Baden Württemberg – Architektonische Rhythmen – a cura di Wilfried Dechau
Monaco di Baviera (Germania) – Istituto Italiano di Cultura – Architektonische Rhythmen
Ancona – Atelier dell’Arco amoroso (Galleria d’arte della Provincia) – Astrattismi Paralleli (insieme a Danilo Susi)


SELEZIONE PRINCIPALI MOSTRE COLLETTIVE


2017
Sorrento (NA) – Villa Fiorentino – First Young Art Festival - organizzato dall’Associazione eXclusive e dal Comune di Sorrento, a cura di Leone Cappiello e Paolo Feroce
Livorno – Fortezza Nuova - Mostra delle opere finaliste e selezionate del Premio Lynx 2016 – a cura dell’Associazione Sestante

2016
Massa Marittima (MC) – Palazzo dell’Abbondanza – Da Faces a Cambiamenti – mostra di opere degli artisti finalisti del premio EneganArt 2015 – a cura di EneganArt nell’ambito di Toscana Foto Festival 2016
Porto S.Elpidio (FM, Marche) – Villa Baruchello – Direzioni Paesaggistiche – a cura di Onart Gallery di Firenze
Roma – Galleria Angelica – Artisti per l’Utopia (in occasione del V° centenario della pubblicazione dell’Utopia di Tommaso Moro) – a cura dell’Associazione Cenacolo di Tommaso Moro, in collaborazione con MIBACT e Biblioteca Angelica

2015
Verona –Verona Art Fair – Stand Romberg Arte Contemporanea

2014
Parigi – Foto Fever, Carrousel du Louvre - Stand Romberg Arte Contemporanea
Lione – Docks Art Fair, Quai Rambaud - Stand Romberg Arte Contemporanea

2013
Bruxelles – Off Contemporary Art Fair, Tour & Taxis – Stand Romberg Arte Contemporanea
Parigi – Cutlog Art Fair 2013, Atelieur Richelieu - Stand Romberg Arte Contemporanea – Biologia dell’Inorganico

2012
Venezia – Palazzo della Misericordia – Mostra Finale del Premio Murano – a cura della Scuola del Vetro Abate Zanetti
Venezia – Palazzo Zenobio & Rombert Arte Contemporanea - 7 Ways of Seeing – a cura di Italo Bergantini e Alessandro Trabucco
Livorno – Museo Civico G.Fattori – Mostra Finale del premio d’arte Combat Prize 2012
Istanbul (Turchia) – 21th Artists Istanbul Art Fair (Padiglione Italia)

2011
Latina – Romberg Arte Contemporanea - PhotoReload (Naked City) – a cura di Italo Bergantini e Alessandro Trabucco

2010
New York (Usa) - The Invisible Dog Art Center – Mostra Finale del Celeste Prize 2010

 

SELEZIONE PRINCIPALI PREMI

2016
Associazione Culturale Il Sestante - Premio Lynx – Selezionato
Archivio Fondo Malerba Fotografia – Selezionato nell’anno 2016 con i progetti “Vibrazioni” e “Liquidance”
Premio Ora Espaňa – Associazione Culturale Radar - Finalista

2015
Fondo Malerba Fotografia – Selezionato nell’Archivio FMF con il progetto (S)Composizioni-Metafora della Vita
Malamegi Lab Art Foundation – Selezionato nel Vision Art Contest II Edition

2014
SaatchiArt.com – Selezionato nella collezione “Celebrate Paris Photo” – (10 novembre 2014)
SaatchiArt.com – Selezionato nella collezione “Inspired by Mondrian” – (3 marzo 2014)

2013
Le Journal de la Photographie - Weekend Portfolio (8 giugno) - Selezionato dal gallerista di New York Howard Greenberg

2012
Sony World Photo Award 2012 – Sony World Photo Organisation – Shortlisted nella categoria “Professional-Conceptual”
Premio del Vetro Murano 2012 – Scuola del Vetro Abate Zanetti (Murano-Venezia)
Vincitore come foto-designer nella categoria “Vetrofusione”, in coppia con il maestro vetraio Flavio Fuga
Combat Prize – Associazione Culturale Blob Art - Finalista

2010
Celeste Prize 2010 – Associazione Culturale Celeste – Vincitore del Voto on line

2009
Premio Arte Mondatori - Finalista


INTERVISTE E MAIN MEDIA

2017 - Honos Art Gallery intervista a Carlo D’Orta

›› INTERVISTA

2016 - Carlo D’Orta a Rome Art Week – Roma Italia Lab, 13/10/2016 – Intervista della Redazione

›› INTERVISTA

2016 - Details, Intervista a Carlo D’Orta – Alidem-l’Arte della Fotografia, 10/10/2016 – Intervista della Redazione

›› INTERVISTA

2016 - Carlo D’Orta, (S)Comporre la realtà – InsideArt, 1/4/2016 – Redazione,

›› INTERVISTA

2016 - I Palazzi del Potere – Freccia Trenitalia, febbraio 2016 – Intervista di Silvia Del Vecchio

›› INTERVISTA

2015 - Images Beyond the Lens – AI/Aperitivo Illustrato, spring 2015, n. 69 – Intervista di Gaia Conti

›› INTERVISTA

2014 - Obiettivo Architettura # 15: Carlo D’Orta - ADToday, 25 giugno 2014 - Intervista di Sonia Braga

›› ADTODAY | 25 GIUGNO 2014

2013 - La TV di Vienna intervista Carlo D’Orta in occasione del servizio fotografico alla raffineria OMV di Schwechat (Vienna)

›› INTERVISTA

2013 – La Biologia dell’Inorganico – Domus, 16 aprile 2013 – di Gianluca Marziani

›› DOMUS | 14 APRILE 2013

2011 - Astrattismi Paralleli allo Spazio Oberdan di Milano – Artribune – Interviste a Valerio Dehò, Carlo D’Orta, Danilo Susi e Albano Paolinelli

›› INTERVISTA

2011 – Astrattismi di Riflesso - Artitude 31 gennaio 2011 - Intervista di Valentina di Pietro

›› ARTITUDE | 31 GENNAIO 2011

 

OPERE PRESENTI NELLE COLLEZIONI PUBBLICHE DI

Autorità Garante delle Comunicazioni
Scuola Ufficiali Carabinieri, Roma, 2016
Consolato Generale d’Italia a New York, 2016
Archivio Fondo Malerba Fotografia (Milano), 2015-2016
Banca d’Italia, Centro Congressi di via Nazionale (Roma), 2014
Museo di Arte Contemporanea Palazzo Collicola, Collezione 2.0 (Spoleto), 2013
Camera dei Deputati, Palazzo Montecitorio (Roma), 2013
Architektenkammer Baden-Württemberg, Stoccarda (Germania), 2011
Istituto Italiano di Cultura a New York (USA), 2011
Scuola del Vetro Abate Zanetti, Murano (Venezia), 2012
Ospedale Policlinico Umberto I, Reparto di Radiologia Oncologica (Roma), 2014
Comune di Selva di Val Gardena (BZ), 2013
Istituto Italiano di Cultura a Monaco di Baviera (Germania), 2011
Provincia di Milano (Milano), 2011
Provincia di Ancona, 2010
Comune di Pescara, 2010
Consiglio Regionale della Campania (Napoli), 2010
Istituto Portoghese di Sant’Antonio (Roma), 2009


CATALOGHI

2017 – EUR 42/Oggi: Visioni differenti – a cura di Giuseppe Prode e con testi di Giuseppe Prode, Amedeo Schiattarella e Carlo D’Orta – Edizioni Honos Art/Arbor Sapientiae – pp. 46
2015 – Arte in Circolo – insieme a Giacinto Occhionero - a cura e con testi critici di Gianluca Marziani e Giulia Abate – Edizioni Galleria Mucciaccia, Roma – pp. 47
2013 - La Biologia dell’Inorganico/Biology of the Inorganic – a cura di Italo Bergantini
con testi critici di Gianluca Marziani e Valerio Dehò e una intervista di Gaia Conti - Romberg Edizioni – pp 114
2010 – Ritmi Architettonici/Architektonische Rhythmen – a cura di Floriana Tondinelli - con testi critici di Valerio Dehò e Floriana Tondinelli – pp. 141
2010 – Astrattismi Paralleli/Parallel Abstractionism (con Danilo Susi) testi critici di Loris Schermi e Giorgio Giovanetti – pp. 80

 

PRINCIPALI COLLABORAZIONI E TESTI CRITICI

Ha collaborato principalmente con i direttori di museo, critici d’arte e galleristi Italo Bergantini, Gianluca Marziani, Giulia Abate, Gaia Conti, Valerio Dehò, Guillaume Maitre e Paulo Perez, Andrea Romoli Barberini, Wilfried Dechau, Loris Schermi e Alessandro Trabucco, Juan Carlos Garcia e Giuseppe Prode, che ne hanno curato mostre e cataloghi.

Altri principali testi critici sul suo lavoro sono stati curati da Giovanni Benedicenti, Manuela Congedi, Genny Di Bert, Valentina Di Pietro, Giorgio Giovannetti, Ann-Katrine Gunzel, Katharina Hausel, Carola Peter, Anna Soricaro, Floriana Tondinelli.

GALLERY

ROMBERG
Arte Contemporanea
Viale Le Corbusier 39 - Torre Baccari - 04100 Latina T. +39 0773 604788 / M. +39 334 7105049
www.romberg.it / info@romberg.it

ALIDEM L’arte della Fotografia
Via Cusani 18 e via L.Galvani 24, 20121 Milano
T. + 39 02 36564642 / www.alidem.com/it / info@alidem.com

HONOS ART Contemporary art Gallery
Via dei Delfini 35, 00186 Roma
T. +39 06 31058440 / www.honosart.com / info@honosart.com

POLIART Contemporary Milano, Viale Gran Sasso 35, 20131
tel 02-70636109 - www.galleriapoliart.com - inf@galleriapoliart.com
Rovereto (TN), c/o Opificio delle Idee, loc. Sega di Trambileno
tel. 335-5926481 - rovereto@galleriapoliart.com

ONART Gallery
Via della Pergola 57-61r, 50121 Firenze
T. + 39 340 7438275 / www.onartgallery.altervista.org / onartfirenze@gmail.com

ARCHITETTURE | INSTALLAZIONI | PAESAGGI | FIGURA