NEWS
ARCHITETTURE | INSTALLAZIONI | PAESAGGI

GIUGNO - LUGLIO 2017

Esposizione personale di Carlo D’Orta alla Bruno Gallery di Singapore.
Mercoledì 21 giugno si inaugura, alla Bruno Gallery di Singapore, la mostra “Vibrations” di Carlo D’Orta, che proseguirà fino alla metà di luglio. Oltre alle 20 opere già esposte da D’Orta nel gennaio scorso al National Museum di Singapore, saranno esposte alla Bruno Gallery anche le nuove fotografie della serie “Vibrazioni” scattate da D’Orta a Singapore. La metropoli asiatica, animata da incredibili e avveniristici grattacieli, viene raccontata in modo assolutamente onirico nelle fotografie di D’Orta, che guidano il nostro sguardo alla scoperta di forme e scorci che mai avremmo immaginato di trovare.







GIUGNO - LUGLIO 2017

“Astrattismi Paralleli 2.0” al D’Orta Art Studio.
Dal 14 giugno al 13 luglio 2017 il D’Orta Art Studio a Roma ospita la mostra “Astrattismi Paralleli 2.0”, che ripropone la collaborazione tra Carlo D’Orta e Danilo Susi avviata negli anni 2010-2012. Il parallelismo sta nel fatto che D’Orta, con le opere della serie “Vibrazioni”, racconta le astrazioni prodotte dai riflessi sulle vetrate dei grattacieli, mentre Susi con le serie “Acquastratta” e altre racconta le astrazioni prodotte dai riflessi degli oggetti sull’acqua di mare, laghi e fiumi. La mostra, curata da Maria Italia Zacheo, è inoltre arricchita dalla partecipazione straordinaria di gioielli e orologi d’arte prodotti da Gianluca Castaldi e Riccardo Zannetti ispirandosi alle fotografie astratte di D’Orta, e da Alessia Fatone ispirandosi alle fotografie astratte di Susi.








MAGGIO - GIUGNO 2017

Mostra personale di Carlo D’Orta alla Fortezza Nuova di Livorno.
Dal 26 maggio al 18 giugno 2017 la affascinante Sala degli Archi della Fortezza Nuova di Livorno – spazio espositivo comunale – ospiterà la mostra fotografica “Dimensioni Parallele: città, visioni, percorsi”. Organizzata dal Comune con la collaborazione della TST Gallery di Livorno, e curata da Alessandro Paron, la mostra proporrà le due visioni sulle architetture urbane di Diego Cicionesi e Carlo D’Orta, profondamente diverse ma al contempo dialoganti fra loro. D’Orta proporrà, in particolare, 6 installazioni della serie “(S)Composizioni-Metafora della Vita” e altre opere di grande formato delle serie “Biocities” e “Vibrazioni”. Delle installazioni, 4 sono frutto della collaborazione ormai consolidata tra Carlo D’Orta e Andrea Ciresola, amico e grande pittore iperrealista, che concretamente ha realizzato le 4 sculture in acciaio dipinto con vernice acrilica che dialogano con altrettante fotografie di D’Orta, scomponendone l’immagine in frammenti poi ricomposti secondo una diversa visione geometrica.




APRILE - MAGGIO 2017

Dal 1° aprile al 27 maggio 2017 si terrà a Roma, presso la prestigiosa e modernissima Galleria Honos Art (via dei Delfini 35, quartiere Ghetto, a pochi passi da piazza Venezia), la mostra personale di Carlo D’Orta “EUR 42/Oggi: Visioni differenti”, curata da Giuseppe Prode. Esposte 24 opere di medio e grande formato, nucleo centrale di una ampia ricerca con cui D’Orta indaga, nel particolare stile delle sue serie “Biocities” e “Vibrazioni”, l’evoluzione del quartiere EUR, ideato nella seconda metà degli anni ’30 per ospitare la grande esposizione internazionale del 1942 poi non realizzata a causa del conflitto mondiale.
Prospettive particolari, sovrapposizioni/intrecci di dettagli e riflessi di vetrate raccontano, con uno sguardo assolutamente personale, la progressiva integrazione fra le originarie architetture razionaliste dell’EUR, già in parte realizzate entro il 1940, e le successive architetture moderniste e contemporanee degli anni dal 1960 in poi, fino all’odierna Nuvola del nuovo Centro Congressi.
LINK >> Clicca qui

APRILE 2017

Carlo D’Orta parteciperà, invitato dagli organizzatori, alla prima edizione del Sorrento Young Art Festival, promosso dal Comune di Sorrento e dalla Associazione eXclusive e curato da Leone Cappiello e Paolo Feroce. Il Festival artistico si svolgerà dall’8 al 23 aprile nella prestigiosa sede di Villa Fiorentino.
D’Orta sarà presente con due installazioni fotografia+scultura della serie “(S)Composizioni-Metafora della Vita”, intitolate “(S)Composizione Londra # 1” e “(S)Composizione Valencia # 7”, la seconda delle quali realizzata con la collaborazione dell’amico pittore iperrealista Andrea Ciresola (che ha creato la scultura in acciaio dipinta con vernice acrilica).
In queste opere la fotografia mostra un luogo architettonico con una prospettiva così appiattita da farne una pura geometria astratta, mentre la scultura riprende esattamente i frammenti della fotografia per creare una nuova architettura tridimensionale. Si ha così un processo di rielaborazione della forma con forte valenza concettuale, che implica reminiscenze sia artistiche che psicologiche (Malevic, El Lissitzky, Rotchko, ma anche Freud e Jung).
Sotto il link al sito del Festival e le immagini.
LINK >> Clicca qui




MARZO 2017

Anche quest’anno le opere di Carlo D’Orta saranno presenti a Milan Image Art (MIA) Fair, principale fiera italiana ed una delle più importanti in Europa dedicate alla fotografia. MIA Fair 2017 si svolgerà a Milano, nel quartiere di Porta Nuova, dal 9 al 13 marzo 2017.
Le opere di D’Orta saranno proposte da due diverse gallerie. La galleria romana Honos Art proporrà una solo show dedicata alla serie “Vibrazioni,” mentre la galleria milanese Alidem-L’arte della Fotografia proporrà opere della serie “Geometrie Still Life” che ha acquisito nella sua propria collezione.


Vibrazione Milano PortaNuova 2


Vibrazione Parigi Defence 3


Geometria Still Life Anacapri 53


Geometria Still Life Eolie 7

GENNAIO 2017

Domenica 22 gennaio 2017 si inaugura, al National Museum di Singapore, la mostra <>, organizzata con il patrocinio dell'Istituto Italiano di Cultura a Singapore e la collaborazione della Galleria Bruno Art Group (Singapore-Tel Aviv).
La mostra realizza una originale sinergia tra tre forme d'arte: le fotografie astratte della serie "Vibrazioni" di Carlo D'Orta e i gioielli e orologi che gli artisti Gianluca Castaldi e Riccardo Zannetti hanno realizzato ispirandosi, in più casi, proprio ai motivi astratti delle fotografie di D'Orta. Qui sotto l’invito per la mostra e un depliant che illustra il progetto di sinergia fra D’Orta, Castaldi e Zannetti.
Le opere di Carlo D'Orta saranno poi, successivamente, esposte in una mostra personale presso la Galleria Bruno Art Group di Singapore.




DICEMBRE 2016

Il 2 dicembre 2016 è stata inaugurata, nella sede di Rovereto della Galleria PoliArt Contemporary (Milano-Rovereto), la mostra personale di Carlo D’Orta dedicata alla serie fotografica “Biocities Two”. Rovereto è una cittadina piccola ma molto importante per il circuito dell’arte contemporanea, in quanto sede due centri museali di eccellenza come il MART e la Casa Depero.

La personale di D’Orta, che sarà visitabile fino al 6 febbraio, segna l’avvio di una collaborazione con la prestigiosa galleria PoliArt Contemporary. In esposizione oltre 20 opere di grande e medio formato, raccontando le quali Leonardo Conti, critico d’arte e titolare della galleria, ha tra l’altro osservato: “Mi pare che davvero queste immagini possano essere considerate processi di astrazione (da ab-s-traho: tiro fuori) che, partendo da porzioni di identità diverse, contigue o sovrapposte, ne fanno qualcosa d’altro, una identità nuova e multipla, l’indecidibile identità dell’opera d’arte.”

Qui sotto l’invito alla mostra col testo critico di Leonardo Conti

DICEMBRE 2016

Dal 17 dicembre 2016 al 26 gennaio 2017 una selezione di oltre 25 opere di Carlo D’Orta appartenenti alle serie Biocities e Vibrazioni sarà esposta a Roma nella nuova sede di Fineco Bank, in via Gallia 200. La mostra, intitolata “Biocities e Vibrazioni: ovvero Innovazione, Semplicità e Trasparenza”, festeggia l’inaugurazione della nuova sede romana della banca e avvia l’impegno di Fineco Bank nella promozione dell’arte contemporanea.

OTTOBRE 2016

Dal 24 al 29 ottobre 2016 Carlo D’Orta parteciperà, con un Open Studio, alla prima edizione di RAW-Rome Art Week, settimana dell’arte contemporanea a Roma. RAW è un progetto innovativo promosso, sul modello di analoghe iniziative di altre città europee, da un gruppo di operatori e gallerie di arte contemporanea, in spirito indipendente e no profit, per dare un impulso nuovo all’arte contemporanea della capitale e proiettarla all’attenzione dei circuiti internazionali. Nella settimana di RAW si svolgeranno eventi curati da oltre 120 Istituzioni e Gallerie pubbliche e private e oltre 200 Open Studio, con gli artisti che accoglieranno il pubblico nei propri studi d’arte.
L’Art Studio di Carlo D’Orta (piazza Crati 14, quartiere Trieste) sarà aperto da lunedì 24 a sabato 29 ottobre con orario 16-21.30.
Nella giornata di giovedì 27 ottobre, alle ore 19, si svolgerà nell’Art Studio l’evento speciale “MessaggiAssaggi”. Curato da Carlo D’Orta, Chiara Velocci e Maria Italia Zacheo, e sponsorizzato dal Ristorante La Mora, l’evento sarà l’occasione per raccontare le connessioni visuali e intellettuali tra le fotografie architettoniche di D’Orta e la figurazione delle grandi correnti pittoriche del Novecento, soprattutto delle Avanguardie.

VAI AL SITO >>


OTTOBRE 2016

La fotografia di Carlo D’Orta “Facciata del Palazzo del Quirinale con silhouette di Carabiniere” è stata acquisita, in donazione, dalla Scuola Ufficiali Carabinieri, prestigiosa Istituzione dedita alla formazione dei livelli più elevati dell’Arma. L’opera, che appartiene alla serie “Paesaggi Surreali” di D’Orta e simbolizza la stretta vocazione dell’Arma dei Carabinieri al servizio delle Istituzioni italiane, è stampata su plexiglass in formato 100x96 cm, e sarà collocata nel corridoio antistante alla Biblioteca della Scuola, intitolata al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. La fotografia era già stata pubblicata nel libro “I Palazzi del Potere. Manuale Turistico-Istituzionale per i Cittadini d’Italia”, scritto da Carlo D’Orta e Vito Tenore (Editore Palombi, 2015) e presentato alla Scuola Ufficiali nel giugno 2016 alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Facciata del Palazzo del Quirinale con silhouette di Carabiniere
serie Paesaggi Surreali, cm 100x96, stampa UV su plexiglass e dibond
(collezione Scuola Ufficiali Carabinieri)

OTTOBRE 2016

Due interviste a Carlo D’Orta sono state pubblicate, nell’ottobre 2016, da “Alidem-L’arte della Fotografia” e da “Roma Italia Lab”. La prima indaga i fondamenti e riferimenti concettuali della fotografia di D’Orta, con richiami alle avanguardie del primo Novecento e a correnti come Costruttivismo, De Stijl, Espressionismo astratto, Futurismo e Surrealismo. La seconda approfondisce motivi e aspettative con cui l’artista partecipa alla prima edizione di RAW-Rome Art Week, settimana dell’Arte Contemporanea a Roma. Per leggerle cliccare sui link sottostanti.

VAI AL SITO 1 >>

VAI AL SITO 2 >>

LUGLIO 2016

Alcune opere della serie “Geometrie Still Life” di Carlo D’Orta sono state acquisite dalla collezione Alidem-Arte della Fotografia. Dal 2014 Alidem (Milano, via Cusani 18 e via Galvani 24) è un punto di riferimento fondamentale per gli appassionati e collezionisti di arte fotografica. Le opere della serie Geometrie Still Life saranno inserite nella sezione “Classici” e prodotte in Limited Edition di 9+2PdA.

VAI AL SITO >>




GIUGNO 2016

Le serie fotografiche “Vibrazioni” e “Liquidance” di Carlo D’Orta sono state selezionate dall’Archivio del Fondo Malerba Fotografia, prestigiosa Istituzione dedita alla valorizzazione, a livello nazionale e internazionale, dei progetti fotografici più interessanti prodotti da artisti italiani dal 2001 in poi. Si tratta di un riconoscimento importante, che si aggiunge a quello dell’anno passato, in cui la giuria della Fondazione Malerba aveva già selezionato la serie di D’Orta intitolata “(S)Composizioni-Metafora della Vita”.

VAI AL SITO >>

 

26 MAGGIO 2016

Inaugurato lo studio d’artista di Carlo D’Orta a Roma, in piazza Crati 14 (quartiere Trieste). Lo studio è concepito come luogo di lavoro creativo e di esposizione, e raccoglie opere fotografiche e pittoriche di D’Orta. Visite su appuntamento (tel 328-0416111 o scrivere a info@carlodortaarte.it).


 

APRILE - MAGGIO 2016

Anche quest’anno, dal 28 aprile al 2 maggio 2016, le opere di Carlo D’Orta sono state esposte a Milan Image Art (MIA) Fair, principale fiera italiana dedicata alla fotografia, con un doppio stand dedicato dalla Galleria Romberg Arte Contemporanea. Sono state proposte opere delle serie Biocities, Vibrazioni e Traslazioni, nonché la grande installazione fotografia+scultura intitolata (S)Composizione Milano Portanuova # 13. In questa installazione la fotografia di Carlo D’Orta racconta come un quadro di geometria astratta uno scorcio architettonico dell'area di Milano Portanuova, mentre il pittore iperrealista Andrea Ciresola ha realizzato una scultura in acciaio dipinta con colori acrilici che riproduce esattamente tutti i frammenti della fotografia, ma ricomponendoli in modo molto diverso da quello originario.



GENNAIO 2016

Per il secondo anno Carlo D’Orta è stato presente ad ArteFiera Bologna nella sezione “Fotografia Contemporanea”, stand RombergPhoto (Padiglione 32), con una solo show. Bologna ArteFiera è la principale e più prestigiosa fiera dell’arte contemporanea in Italia.  Tradizionalmente unisce le principali gallerie italiane, prestigiose gallerie straniere e alcune proposte innovative.
La solo show di Carlo D’Orta ha proposto 12 opere fotografiche di grande formato della serie “Biocities II” (cm 150x100 e 120x80), realizzate a Lione, Londra, Milano, Roma e Valencia. Ad esse erano affiancate 2 grandi installazioni della serie “(S)Composizioni”, che integravano fotografia e scultura dipinta in un gioco di rimandi visivo-concettuali. In queste installazioni, infatti, la fotografia descrive architetture contemporanee in modo tanto appiattito da farle apparire come un quadro di geometria astratta, mentre la scultura in acciaio dipinto riprende tutti i singoli elementi della fotografia ricomponendoli in una nuova architettura tridimensionale, ma diversa da quella originaria.
Il progetto (S)Composizioni, di chiara ispirazione cubista e costruttivista, è stato avviato da D’Orta nel 2012 e sin qui realizzato con sculture in plexiglass o in vetro. La bella novità di quest’anno è che le installazioni sono questa volta frutto di un lavoro congiunto con il pittore iperrealista Andrea Ciresola, che ha impresso tutta la sua straordinaria maestria nel ricomporre i vari frammenti della originaria fotografia di D’Orta in sculture originalissime e vitali, fatte di lastre di acciaio dipinte.

 

 

 

 

 

AUTUNNO 2015

Due mostre di Carlo D’Orta tra Salerno e Roma, e poi la presenza alla fiera Art Verona e l’inserimento nell’Archivio Fondazione Malerba Fotografia Contemporanea.

 

 

10 Ottobre › 8 Novembre 2015

Dopo il bel risultato (oltre 10mila visitatori!) all’Officina delle Zattere di Venezia nei mesi di maggio e giugno (in parallelo con la biennale d’arte), la mostra personale di Carlo D’Orta "BEYOND THE LENS" giunge a SALERNO.
Da sabato 10 ottobre a domenica 8 novembre, nello splendido Tempio di Pomona, accanto al Duomo di Salerno, saranno in mostra oltre 30 opere ispirate all’architettura, tra grandi fotografie, installazioni e sculture in vetro delle serie “Biocities”, “(S)Composizioni” e “(Re)FineArt”. Curata da Italo Bergantini e Gaia Conti, la mostra ha il patrocinio di Provincia e Comune di Salerno e la sponsorizzazione di ArtiGrafiche Boccia e della Lattanzio Group. L'inaugurazione avrà luogo Sabato 10 Ottobre alle ore 18.00, mentre la mostra sarà poi aperta tutti i giorni dalle 16 alle 20.

 

 

 

 

 

Novembre 2015 › Gennaio 2016

Sarà invece dedicata per la prima volta dedicata alla danza – ma sotto una prospettiva tutta particolare, incentrata su ombre e vibrazioni del movimento - la mostra personale “LIQUIDANCE” che Carlo D’Orta proporrà, dal 25 Novembre 2015 a tutto Gennaio 2016, presso la sede della Lattanzio Consulting Group, a via Nazionale a Roma.

 

 

 

 

 

16 › 19 Ottobre 2015

Dal 16 al 19 ottobre, infine, fotografie e una scultura in vetro di Carlo D’Orta delle serie “Biocities” e “(S)Composizioni” saranno in mostra ad Art Verona, fiera internazionale d’arte di riconosciuto rilievo che giunge quest’anno alla sua 11° edizione, presso lo stand della galleria Romberg Arte Contemporanea

www.artverona.it

 

Settembre 2015

Dal Settembre 2015 le opere del progetto fotografico “(S)Composizioni” di Carlo D’Orta sono entrate a far parte dell’Archivio del Fondo Malerba Fotografia Contemporanea. Il Fondo Malerba per la Fotografia è una istituzione dedicata alla promozione della fotografia d’autore in Italia e all’estero. Nato inizialmente per la gestione della Collezione d’arte fotografica di Mila e Alessandro Malerba, oggi si occupa anche di organizzare seminari, mostre, formazione e di pubblicare libri d’arte. I fermenti e le tendenze più attuali del panorama artistico vengono analizzati e proposti al pubblico.
Nell’ambito del Fondo è stato da quest’anno attivato l’Archivio digitale FMF, che raccoglie e rende disponibile in rete, per gli operatori del settore e il pubblico di appassionati, progetti qualificati realizzati da fotografi emergenti in Italia dal 2001 ad oggi. La raccolta vuole essere uno strumento per testimoniare le diverse e numerose tendenze artistiche che si sono sviluppate e continueranno a svilupparsi nel panorama fotografico italiano del ventunesimo secolo. Ogni anno, mediante un bando nazionale, una commissione interna al Fondo  selezionerà i progetti inviati da tutti i fotografi italiani che intendono contribuire allo sviluppo della raccolta.

www.fondomalerba.org

 

 

 

Maggio 2015

Tre opere di Carlo D’Orta nel Foyer del Centro Congressi della Banca d’Italia a Roma.

Tre opere della serie “Vibrazioni” di Carlo D’Orta sono state acquisite dalla Banca d’Italia per arredare il Foyer del Centro Congressi che la Banca ha recentemente realizzato a Roma, in Via Nazionale, negli spazi del preesistente cinema Quirinale. Ecco le immagini.

 

 

 

PRIMAVERA 2015

Tre mostre personali di Carlo D'Orta a Milano, Venezia e Roma

 

Primavera 2015 intensa per le opere di Carlo D’Orta! Si comincia con una sorta di aperitivo a Milano, nell’ambito di MILAN IMAGE ART FAIR (11-13 APRILE), principale fiera della fotografia in Italia ma ormai anche evento significativo a livello europeo. Carlo D’Orta sarà presente con una solo show di 8 opere di grande e medio formato della serie “Biocities II” organizzata dalla Galleria Romberg Arte Contemporanea.

Ma gli eventi centrali sono le due ampie mostre personali ambientate a Venezia e Roma nei mesi di maggio e giugno!

La mostra di VENEZIA "BEYOND THE LENS" (8 MAGGIO-14 GIUGNO) si svolgerà nell'importante spazio espositivo dell’OFFICINA DELLE ZATTERE (Dorsoduro 947, Fondamenta Nani) che ospiterà, in locali adiacenti, anche i padiglioni di Guatemala e Grenada alla Biennale d'Arte. L'inaugurazione della personale di D’Orta è fissata in coincidenza con l’avvio della Biennale. Curata da Italo Bergantini e Gaia Conti, la mostra proporrà opere fotografiche della serie “Biocities” e installazioni e sculture della serie “(S)Composizioni” in plexiglass e in vetro di Murano. L’esposizione è patrocinata da due main sponsor di eccezione come ArtiGrafiche Boccia e Lattanzio Group, e si protrarrà fino al 14 giugno.

La mostra di ROMA "NEW ABSTRACT (14 MAGGIO-10 GIUGNO) si terrà in pieno centro, nel suggestivo ambiente della GALLERIA SPAZIO NUOVO (Via d'Ascanio, prosecuzione di via dei Prefetti). Curata da Guillaume Maitre e Paulo Perez, anche questa mostra proporrà opere delle serie “Biocities” e “(S)Composizioni”, e inoltre alcune nuovissime opere della serie “Geometrie still life”. L’inaugurazione è fissata per giovedì 14 maggio.

 

 

 

 

Aprile 2015

La rivista internazionale d’arte “AI-Aperitivo Illustrato” pubblica una intervista di Gaia Conti

La rivista internazionale AI-APERITIVO ILLUSTRATO ha pubblicato, sul numero 69 (spring 2015), un’ampia intervista di Gaia Conti a Carlo D’Orta. AI è ormai - con i suoi testi bilingui (inglese e italiano) e le 60mila copie distribuite in Europa, Usa e Paesi Arabi – un riferimento fondamentale per operatori e appassionati d’arte. Gaia Conti, con la sua intervista, mette a fuoco i punti centrali della ricerca artistica di D’Orta “che si snoda armoniosamente nel campo della fotografia con originali spunti di sperimentazione”.

›› intervista

 

Settembre › Novembre 2015

Carlo D’Orta a Lione e Parigi con Romberg Arte Contenporanea

Da Settembre a Novembre 2014 circa 20 fotografie di Carlo D’Orta delle serie “Biocities” e “Geometrie” saranno in mostra in Francia, a Lione e Parigi, proposte da Romberg Arte Contemporanea.

Il tour comincerà a Lione, con la partecipazione a PHOTO DECKS ART FAIR 2014. Dal 5 al 28 settembre questo grande evento, ospitato da un famoso batiment firmato da Odile Decq, farà della terza città francese il polo europeo dell’arte fotografica (Pavillon 8, 59 Quai Rambaud)

Seguirà l’appuntamento parigino di FOTOFEVER ARTFAIR 2014, grande fiera collaterale della storica PARIS PHOTO. Si svolgerà dal 14 al 16 novembre nel cuore artistico della città, negli splendidi spazi del Carrousel du Louvre.

www.docksartfair.com

www.fotofeverartfair.com

 

 

 

25 Giugno 2014

"ADtoday" Intervista a Carlo D'Orta, di Sonia S. Braga

Com’è cambiato il modo di fotografare l’architettura rispetto a trent’anni fa?
L’avvento del digitale ha accelerato l’evoluzione della fotografia come linguaggio sempre più autonomo. Un fenomeno già presente in alcuni fotografi di architettura del passato -penso alla straordinaria originalità e poesia di Gabriele Basilico o Lucien Hervé- e che oggi è un fenomeno sistematico, integrato nelle logiche linguistiche del mezzo. Persiste, naturalmente, una tendenza fotografica che documenta, spesso su committenza specifica, le opere di architettura. Ma si sta ampliando il territorio fotografico che dall’architettura trae spunti iconografici, assumendo un peso teorico e concettuale, pervenendo a prodotti nei quali l’originalità del racconto e l’interpretazione personale del soggetto esprimono maturità di contenuti. Metaforicamente, qui non c’è più una fotografia ancella dell’architettura, ma un matrimonio tra due arti.

›› continua

 

 

4 Marzo 2014

Una fotografia di Carlo D’Orta selezionata da Saatchiart.com nella collezione “Inspired by Mondrian”

La direzione artistica di Saatchiart.com, il più importante portale mondiale di arte contemporanea promosso dal collezionista e gallerista inglese Charles Saatchi, ha scelto una fotografia di Carlo D’Orta (“HongKong #1") per la collezione virtuale “Inspired by Modrian”. La collezione riunisce circa 40 opere di artisti di tutto il mondo, accomunate dalla più o meno esplicita ispirazione al grande maestro olandese dell’arte astratta. L’opera selezionata fa parte della nuova serie di D’Orta “Biocities China”, realizzata ad inizio 2014 in occasione dell’apposito viaggio di ricerca fotografica svolto nelle due iper-moderne metropoli di Hong Kong e Shanghai. Profilo e portfolio di D’Orta sul portale Saatchiart sono visibili al link

www.saatchiart.com/carlodorta

 

 

Febbraio 2014

“Roma Tiburtina # 14” di Carlo D’Orta entra nella collezione d’arte contemporanea della Camera dei Deputati

La fotografia “Roma Tiburtina # 14” di Carlo D’Orta è stata accolta in donazione dalla Camera dei Deputati, entrando a far parte della collezione d’arte che arreda gli spazi comuni e le principali sale di Palazzo Montecitorio. Di grande formato (cm 100x150), essa propone uno scorcio inedito della modernissima stazione progettata dall’architetto Paolo Desideri e associati. Lo stile è quello tipico del progetto “Biocities 2” di D’Orta: forte compressione prospettica delle architetture e focalizzazione su particolari che vengono separati dal contesto, così da disperdere la tridimensionalità delle originarie strutture e da riproporne le forme quasi appiattite, come fossero un quadro geometrico astratto. Questa serie di fotografie, inclusa “Roma Tiburtina # 14”, è stata proposta al pubblico per la prima volta nel 2013, durante la mostra personale di D’Orta al Museo di Arte Contemporanea Palazzo Collicola di Spoleto.

 

 

Ottobre 2013

“(S)Composizione Londra 1” di Carlo D’Orta entra nella collezione permanente di Palazzo Collicola di Spoleto

Un’opera di Carlo D’Orta – la grande installazione “(S)Composizione Londra 1” – entrerà a far parte della collezione permanente di Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto.
Lo ha deciso il direttore e critico d’arte Gianluca Marziani, che dal marzo 2010 ha impresso una svolta innovativa al museo spoletino, consentendogli di divenire il principale museo dell’Umbria per l’arte contemporanea. Marziani ha così motivato la scelta per l’opera di Carlo D’Orta: “La sua qualità fotografica e le intuizioni linguistiche lo pongono tra i nomi da sottolineare nella fotografia italiana di questi anni. L'opera in collezione sottolinea il valore di una ricerca tra stampa e volume tridimensionale, dove gli elementi installativi pongono ottimi quesiti sulle evoluzioni del formato, sul cortocircuito dei materiali, sul legame tra forma e digitale, sul rapporto tra elementi e significato...”. L’opera, realizzata a fine 2012, era già stata nel museo Collicola da marzo a maggio 2013, durante la mostra personale di D’Orta “Biologia dell’Inorganico”, ed è stata poi esposta nelle personali a Roma allo Studio Lattanzio Group (giugno-luglio 2013), e a Selva di Val Gardena (BZ) allo Spazio Tublà da Nives (agosto 2013).

 

 

Settembre 2013

Una “Suite D’Orta” al First Luxury Art Hotel Roma

Dal settembre 2013 la Suite 103 del First Luxury Art Hotel Roma è interamente arredata da fotografie della serie “Paesaggi Surreali” di Carlo D’Orta.
Frutto del sapiente restauro di un ottocentesco palazzo nobiliare, questo hotel 5 stelle lusso nel cuore della città, con una panoramica terrazza sul tetto a pochi passi da Piazza Augusto imperatore e Lungotevere di Ripetta, ha puntato ad integrare le originarie linee nobili ed eleganti con la forza innovativa e lo stile dell’arte contemporanea. Suggestive opere d’autore e arredi di design animano gli spazi comuni e le suites, allestite come piccole gallerie private. Nella Suite 103 sono raccolte 7 fotografie di grande e medio formato di D’Orta. Tutte sono dedicate a monumenti e visioni romani, riletti nel particolare stile del progetto “Paesaggi Surreali” che si ispira, per forme e colori, all’arte di Gaudì, Dalì e Niki de Saint Phalle. Altre due opere della stessa serie, sempre dedicate a Roma, arredano poi spazi comuni al primo e al quarto piano.

 

Giugno 2013

Carlo D’Orta selezionato da Howard Greenberg per le Journal de la Photographie

Le fotografie della serie “Biocities” di Carlo D’Orta sono state selezionate come “portfolio du week end”, l’8 giugno scorso, dalla prestigiosa rivista francese Le Journal de la Photographie. Autore della selezione è stato il noto gallerista di New York Howard Greenberg, nipote del critico d’arte Clement Greenberg che, negli anni ’50 e ‘60, fu mentore dell’arte informale statunitense (action painting e colour fields).

www.howardgreenberg.com

 

16 Marzo 26 Maggio 2013

“La Biologia dell’Inorganico”: fotografie e installazioni di Carlo D’Orta in una importante personale a Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto, curata da Gianluca Marziani

Inaugurata il 16 marzo a Spoleto, in tre grandi sale del Museo di arte contemporanea Palazzo Collicola Arti Visive, la prima personale museale Carlo D’Orta, curata dal direttore dell’istituzione Gianluca Marziani. In mostra circa 20 fotografie di medio e grande formato appartenenti alle nuove serie “Biocities” e “(Re)FineArt”, nonché tre grandi installazioni della serie “(S)Composizioni”, con le quali la fotografia entra nello spazio e diventa tridimensionale. In occasione della mostra sarà presentato il nuovo catalogo dell’artista, a cura di Gianluca Marziani, con testi critici dello stesso Marziani e di Valerio Dehò, accompagnati da una intervista a D’Orta di Gaia Conti.

www.palazzocollicola.it

catalogo

 

 

1° Settembre 2012

Carlo D’Orta vince come designer il Premio Murano 2012, sezione "Vetrofusione"

Dopo 21 anni, la Scuola del vetro Abate Zanetti di Murano si è resa promotrice di una nuova edizione del Premio Murano, storica manifestazione veneziana che premia l'arte del vetro. Questa edizione - coinvolgendo in veste di designer artisti contemporanei nazionali e internazionali, che hanno presentato progetti da realizzare in vetro - ha inteso dare nuova visibilità nazionale e internazionale alla Scuola muranese e realizzare un momento d'incontro tra l'arte contemporanea e i maestri vetrai. Carlo D’Orta ha partecipato come designer con un progetto di oggetto da scrivania basato su una propria fotografia astratta della serie “Vibrazioni”. Il progetto, uno dei 30 selezionati dalla giuria, è stato quindi realizzato in vetro in tre diverse versioni da altrettanti maestri muranesi, e una di queste realizzazioni, ad opera del maestro Flavio Fuga, ha vinto la sezione “Vetrofusione” del Premio. Le opere finaliste sono state esposte a Venezia in una importante collettiva, dal 25 agosto al 16 settembre 2012, presso la Scuola Grande della Misericordia nel sestiere di Cannnaregio.

www.premiomurano.it